Silvia Mezzanotte porta il suo Summer Tour a Lauria

Silvia_Mezzanotte_primo_piano-kPmE--1280x960@Produzione.jpg
Silvia Mezzanotte

di Redazione Basilicata 24

Arriva in Piazza San Giacomo a Lauria lunedì 24 luglio il nuovo ‘Summer Tour’ gratuito di Silvia Mezzanotte prodotto da Colorsound Srl, voce per dieci anni dei Matia Bazar e campionessa dell’edizione 2016 di ‘Tale e Quale Show’ di Carlo Conti su Raiuno. L’artista bolognese – che dal 19 maggio è in tutte le radio con il nuovo singolo ‘Lasciarmi andare” su etichetta ‘Rosso al Tramonto’ e relativo videoclip disponibile sul proprio canale YouTube che ha già superato le 180.000 visualizzazioni – porta in scena le grandi voci della musica italiana e internazionale: un viaggio a 360° che spazia da Mina a Mia Martini, da Alice a Giuni Russo, rivisitando in chiave pop-rock grandi classici di Noa, Gloria Gaynor, Nina Simone e molte altre.  “Un viaggio tra le voci femminili che più hanno segnato il mio percorso artistico – confida Silvia Mezzanotte – spaziando fra generi diversi, in una scaletta che alterna momenti di grande energia ad altri più intensi e intimistici, quasi raccolti”. Per poi proseguire: “Le grandi donne della musica che nel tempo ho imparato a far mie, adesso si riappropriano del microfono tra note graffiate e atmosfere audaci. Qualcuna dimentica lustrini e paillettes, qualcun’altra dismette l’abito da sera e insospettabilmente indossa pantaloni di pelle e giubbotto borchiato. Io stessa mi sono ritrovata a fare i conti con un’anima pop-rock che, già nell’estate del 2016, è stata ampiamente apprezzata dal pubblico”  Ecco allora che brani celeberrimi di Mina, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Patty Pravo, si spogliano della loro classicità per entrare a pieno titolo nella modernità di nuovi arrangiamenti, oppure rinascono in una sorprendente versione tradotta in una lingua diversa dall’originale.  Mentre alcune perle più intime e raccolte del repertorio di Mimì o Giuni Russo si vestono di nuova popolarità ed eleganza viaggiando in parallelo con le donne che hanno segnato la scena internazionale come Noa, Nina Simone e molte altre. Il mondo che ne scaturisce parla di una artista a tutto tondo, che tra parole e musica si mette totalmente a nudo, tra pubblico e privato, tra voce e anima.  Quattro musicisti di spessore ed esperienza accompagnano l’artista in questa nuova avventura: Riccardo Cherubini alle chitarre, Lino De Rosa Davern al basso, Michele Scarabattoli  alle tastiere e Claudio Del Signore alla batteria e percussioni. “Naturalmente – sottolinea Silvia Mezzanotte – ho riservato in questo spettacolo un posto speciale per il percorso artistico che mi ha portato ad essere per 10 anni la voce dei Matia Bazar, da ‘Brivido caldo’ a ‘Messaggio d’amore’, canzone vincitrice del ‘Festival di Sanremo 2002, il mio modo per ricordare con gratitudine e affetto il viaggio meraviglioso condiviso con il gruppo’

Ven, 21/07/2017 – 17:47

PISTICCI, IL SINDACO: LE ANALISI DI COVACONTRO NON SONO ATTENDIBILI

Viviana-Verri.jpg

VITO BUBBICO  

Nelle ultime settimane Pisticci, il suo territorio, i suoi alimenti e la sua spiaggia sono state al centro delle attenzioni dell’associazione Cova Contro che, attraverso analisi autonome, ha rilevato alcune anomalie sullo stato ambientale. L’Amministrazione comunale ha così deciso di effettuare verifiche proprie per riscontrarne la veridicità.

Preoccupati per alcuni riscontri effettuati dall’Associazione di Policoro e dubbiosi circa le modalità scientifiche con cui sono stati effettuati i campionamenti, ho immediatamente interpellato l’Ordine dei Chimici di Matera, inviando tutte le analisi effettuate dall’associazione per capirne l’attendibilità scientifica – spiega, infatti, il Sindaco Viviana Verri.

La risposta dell’Ordine non si è fatta attendere ed è stata redatta in condivisione con l’Ordine di Potenza: “i chimici lucani hanno verificato da un punto di vista procedurale e del metodo le analisi commissionate dall’associazione Cova Contro, riscontrando una generalizzata carenza di informazioni circa le procedure di campionamento adottate per la formazione e conservazione del campione, una scarsa o assente tracciabilità dei campioni analizzati (provenienza, dieta alimentare, specie e vita media dell’animale), l’applicazione su matrici animali di metodi di analisi non adatti, in quanto non è possibile applicare metodi impiegabili per l’analisi dei rifiuti ad un alimento che, invece, andrebbe trattato diversamente. Tra gli altri aspetti poco convincenti, l’Ordine ha rilevato che il laboratorio che ha effettuato le analisi degli idrocarburi su formaggio e nel fegato animale non risulta accreditato, contrariamente a quanto dichiarato, e, inoltre, nel caso delle matrici animali, non sono dichiarati se e quali standard sono stati utilizzati dal laboratorio che ha effettuato l’analisi per ottenere dati, in concertazione, che possano ritenersi affidabili. In sintesi, citando la nota dei chimici lucani ‘i risultati delle analisi condotte possono essere considerate non attendibili’. Pertanto, non è possibile dedurre valutazioni che abbiano una valenza di tipo ambientale o ecotossicologica”.

Il Sindaco continua a spiegare i punti focali della relazione dell’Ordine dei Chimici: “Sulle analisi condotte sulla sabbia di Marina di Pisticci, la descrizione del campione risulta carente in quanto non è riportato il luogo del campionamento, né la procedura utilizzata; il contenitore usato, una busta di plastica, è fortemente sconsigliato da tutti i metodi di campionamento per effetto del rilascio di molecole organiche che possono inficiare il dato quantitativo. Il metodo utilizzato (EPA 8270D 2014) per l’analisi idrocarburi pesanti C>12 non è quello previsto da EPA e ciò è sufficiente a rendere invalido il risultato ottenuto. Per quanto riguarda l’analisi del fegato, invece, risulta carente la descrizione del campione, non è riportata la specie animale di provenienza e il luogo di campionamento, né la procedura; inoltre la determinazione del parametro Idrocarburi pesanti riporta il metodo di prova UNI EN 14039:2005, utilizzato dai laboratori per l’analisi dei rifiuti e non certo per un alimento. Il laboratorio ha dichiarato tale prova come accreditata, ma, in base a quanto riportato sul sito di ACCREDIA, nella sezione specifica del laboratorio SCA, alla data del 07/07/2017, la matrice Fegato non risulta tra quelle accreditate. Lo stesso discorso vale anche per la rilevazione dei metalli, visto che, anche qui, si è utilizzato un metodo di prova per rifiuti e non per matrici animali e lo stesso errore è stato effettuato relativamente alle analisi sui formaggi. Anche il campionamento e le analisi effettuate su acqua a Pisticci risultano prive di fondamento, in quanto è carente la descrizione dell’acqua (es. ad uso umano, superficiale, sotterranea, ecc), né sono riportate le indicazioni sulla provenienza della stessa, sul luogo e sulla procedura di campionamento”.

Il Sindaco commenta così il parere tecnico dell’Ordine dei Chimici: “Come si evince dal rapporto dei chimici, numerose sono le incongruenze rispetto a quanto stabilisce la legge e le analisi dell’associazione policorese Cova Contro risultano, pertanto, prive di attendibilità scientifica, a scapito delle donazioni che i cittadini hanno fatto all’associazione in questione. Per quanto riguarda l’acqua potabile, invece, c’è l’attenzione anche della Procura e di ASM, ma, a livello informale, pare che non siano state riscontrate criticità. Conosciamo bene le problematiche ambientali del nostro territorio e siamo al lavoro per affrontarle senza sensazionalismi, senza strumentalizzazioni o spettacolarizzazioni: affermare che a Pisticci, praticamente ovunque, vi siano idrocarburi pesanti, basando tale affermazioni su analisi realizzate senza alcun criterio scientifico e tecnico è cosa gravissima e l’Amministrazione Comunale si riserva la strada della denuncia penale per procurato allarme alla cittadinanza. Ci tengo a tranquillizzare la comunità, ricordando che siamo al lavoro ormai da mesi per un monitoraggio costante e attendibile del nostro territorio, avendo previsto in bilancio dei fondi per effettuare analisi autonome. Inoltre, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità una delibera che sancisce il parere negativo al rinnovo AIA alla società Tecnoparco Valbasento; si è posta l’attenzione sul bacino del Cavone, con la convocazione di un tavolo dei Sindaci per il monitoraggio del fiume; è stato rilasciato parere non favorevole nel procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale riguardo la proposta di un progetto di costruzione di un impianto di recupero e messa in riserva di rifiuti speciali da realizzare a Pisticci Scalo. L’Amministrazione Comunale, inoltre, ha richiesto di riperimetrare la zona SIN della Valbasento e sta lavorando per inserire anche i residenti di Pisticci Scalo nel progetto di controllo sanitario regionale denominato EPIBAS. Sulla questione Sogemont, siamo riusciti ad ottenere un serio Piano di Risanamento Acustico che risolverà il problema dei rumori ai cittadini di Pisticci Scalo, mentre, sulla questione pozzi ed estrazioni, l’Amministrazione Comunale ha espresso il suo parere negativo riguardo alla proroga dei pozzi di Serra Pizzuta. Tra le altre cose, il Comune di Pisticci si è costituito parte civile nel processo contro ENI e Tecnoparco, noto come Trivellopoli. Come già affermato in precedenti circostanze, la materia ambientale deve unire e non creare conflitti: per questo procediamo sulla strada tracciata in questi primi mesi per assicurare massima tutela al nostro territorio e alla salute dei cittadini”.

immagine.jpg

Fonte:http://giornalemio.it/ambiente/pisticci-il-sindaco-le-analisi-di-covacontro-non-sono-attendibili/

SALMONE AFFUMICATO CON PARMIGIANO A SCAGLIE E RUCOLA(LUCANA).

Lucana in Cucina by Antonella Lallo Onda Lucana 2017.jpg
Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Antonella Lallo 2017.

SALMONE AFFUMICATO CON PARMIGIANO A SCAGLIE E RUCOLA(LUCANA)

Se desideriamo in questi giorni caldi qualcosa di leggero ma sostanzioso non c’è niente di meglio di un antipasto o secondo che abbia ingredienti ricchi, che ci danno tutto il nutrimento di cui abbiamo bisogno.

INGREDIENTI:

  • rucola(lucana),

  • salmone affumicato,

  • paigiano a scaglie(o formaggio a voi preferito),

  • olio,

  • succo di limone.

Non bisogna aggiungere sale perché il salmone e il parmigiano sono già abbastanza salati, il limone aggiunge più gusto. Il salmone, contiene un elevato contenuto proteico, ha una grande concentrazione di Omega 3, che sono acidi grassi essenziali i quali ci danno energia e aiutano la formazione del colesterolo “buono”. Il parmigiano ha anche esso proprietà nutrizionali molto importanti, prima fra tutte il calcio, elemento importante per le nostre ossa, lo zinco, il potassio e il magnesio indispensabili per chi fa tanto movimento. La rucola invece ha proprietà diuretiche, digestive, depurative e tonificanti.

Questo piatto è un vero toccasana per giorni caldi.

Berlusconi rilancia il centrodestra e chiama i moderati

0aac7af53df7dedd5e9c3c44f0644cc6.jpg

In tv spiega il ‘contenitore’ dei centristi: ‘Rinnoverò Fi, a elezioni volti nuovi’

“Secondo i sondaggi il mio consenso è al 26% mentre Fi è al 14% ed io do la colpa al fatto che Fi è in campo da tempo e qualche volta ha rappresentanti in tv che non suscitano entusiasmo, credo che il partito vada rinnovato e agli elettori ho intenzione di presentare persone nuove, i ‘vecchi’ se credono resteranno ma Fi va verso il rinnovamento”. Lo afferma Silvio Berlusconi, leader di Fi nel corso della registrazione della trasmissione In Onda su la7.

“Non lo so, ma se ci saranno le condizioni farò una dichiarazione magari dal predellino di un’aereo… Comunque, che i moderati siano la maggioranza è vero e se si unissero tutti in una formazione come era il Pdl sarebbe utile. Nel 2010 quell’alleanza fu rotta e non dipese da me”, spiega Berlusconi.

“Io chiarisco che Fi non accoglierà nessuno che ha tradito gli elettori sostenendo un governo della sinistra, poi se i transfughi vogliono fare un movimento aggregandosi è un bene perché più è vasto il campo meglio è e ci consentirà di vincere le elezioni”, sottolinea il leader di Forza Italia.

“Io dal campo non sono mai uscito, qualcuno dice che ho sette vite come i gatti, ma siccome amo gli animali auguro a loro di avere più vite visto che io ne ho di più perchè a quelle della politica vanno aggiunte quelle da imprenditore”. Afferma Berlusconi commentando un titolo in cui era scritto “Berlusconi torna in campo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

via Berlusconi rilancia il centrodestra e chiama i moderati — RSS di – ANSA.it

“Ecco le risorse della Boldrini” il video finisce sul web e il poliziotto viene sospeso

Nel video si vede una volante che “scorta” un extracomunitario che viaggiava in sella a una bicicletta nella corsia di emergenza dell’autostrada Torino-Bardonecchia

Il caso è finito in procura. Ma cosa è successo?

Nel video si vede una volante che “scorta” un extracomunitario che viaggiava in sella a una bicicletta nella corsia di emergenza dell’autostrada Torino-Bardonecchia. Nel filmato si sente una voce fuori campo che commenta: “Risorse della Boldrini, ecco come finirà l’Italia: tutti su una Graziella in autostrada a comandare”. E ancora: “Voi che amate la Boldrini, voi che avete voluto questa gente… Goditi questo panorama, ecco le risorse della Boldrini: un tipo che pedala sulla Graziella pensando che fosse una strada normale, con le cuffiette in testa”.

Il video inizialmente era stato inviato in una chat privata ma poi ha iniziato a circolare su Facebook. E così i superiori dei due agenti in servizio hanno accertato chi fosse il colpevole e l’hanno sospeso, hanno aperto un procedimento disciplinare contro di lui e l’hanno segnalato alla procura di Torino che starebbe valutando eventuali ipotesi di reato.
I vertici della polizia Stradale piemontese non hanno voluto commentare ufficialmente l’episodio, ma il poliziotto è già stato sospeso dal servizio e nei suoi riguardi è stato avviato un procedimento disciplinare.

via “Ecco le risorse della Boldrini” il video finisce sul web e il poliziotto viene sospeso — Cagliari Post

Fonte:https://cagliaripost.com/2017/07/22/ecco-le-risorse-della-boldrini-il-video-finisce-sul-web-e-il-poliziotto-viene-sospeso/

Rai, il disastro nel disastro (28) – Dopo Renzi paladino della libertà di stampa in Turchia…. “Avanti” con le marchette editoriali sul servizio pubblico mentre in Italia si perquisiscono le sedi dei giornali.

sindrome-turchia-1

Posted on 22 July 2017

Renzi paladino della libertà di Stampa… in Turchia (176)

Posted on 8 March 2016

sindrome turchia 2Eccone una sui carabinieri allo scopo di dimostrare cosa sia una barzelletta: “Affonda una nave e purtroppo tutto l’equipaggio annega ma sorprendentemente due carabinieri vengono trovati vivi. Sorpresi i soccorritori chiedono: “Come mai non siete annegati come tutti gli altri?”, e loro: “A noi carabinieri quando siamo in servizio è assolutamente vietato bere!”.

Questa che segue è invece una verità, per inciso una notizia riportata da tutti i giornali, telegiornali del servizio pubblico, newsletters e quant’altro usa il renzismo per farsi pubblicità: Matteo Renzi avrebbe chiesto “Libertà di Stampa” in Turchia, pena il non pagamento dei miliardi che Erdogan chiede per trattenere i migranti entro i suoi confini….

Preciso inoltre che non si tratta di omonimia, il Matteo Renzi appena citato è proprio il nostro Premier, quello stesso che non troppi mesi fa, durante il suo festival sessista, ovvero la “Leopolda, terra di uomini”, lanciò il suo editto bulgaro contro il Il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio perché restìo ad unirsi al codo laudatorio nei suoi confronti già intonato dalla restante corte mediatica italiana. E si tratta sempre di quel Matteo Renzi che per giorni, settimane e mesi è comparso in poster formato lenzuolo sulle Home del Corriere della Sera, di Repubblica e de L’Unità e al cui confronto il Caro-Leader nordcoreano ha un invidiabile senso della discrezione. In ultimo si tratta di quello stesso Matteo Renzi che ha fatto un sol boccone di Mamma-Rai e a voglia lamentarsi l’abbonato in prima fila!

Insomma, o libertà di stampa in Turchia o mort… acci vostra!

Tratto da…https://rinabrundu.com/2017/07/22/rai-il-disastro-nel-disastro-28-dopo-renzi-paladino-della-liberta-di-stampa-in-turchia-avanti-con-le-marchette-editoriali-sul-servizio-pubblico-mentre-in-itali/

VISITE FISCALI INPS: LE NOVITÀ

Le novità legate  delle visite fiscali attive  dal 1° settembre 2017-

A fine giugno è entrata in vigore la Riforma Madia; tra le varie novità presenti nella riforma c’è l’istituzione del Polo Unico per le visite fiscali, che entrerà in azione dal 1° settembre 2017 (articolo 18 del D.L.  75/2017).

Compito del Polo sarà quello di gestire le visite fiscali di controllo per i lavoratori in malattia sia per il settore pubblico che per quello privato. L’istituzione di un unico centro decisionale è stata realizzata dagli organi competenti per semplificare le procedure relative ai controlli, rendendoli maggiormente efficaci grazie alla possibilità di rendere uniformi gli orari di reperibilità e di effettuare visite mirate.

Le fasce di reperibilità in vigore nel 2017 per i dipendenti pubblici sono:

  • dalle 9:00 alle 13:00;
  • dalle 15:00 alle 18:00.

Le suddette fasce di reperibilità, cosa non di poco conto, dovranno essere rispettate anche durante i giorni festivi ed a partire dal primo giorno di malattia.

Diversi gli orari di reperibilità dei dipendenti privati, che sono:

  • dalle 10:00 alle 12:00;
  • dalle 17:00 alle 19:00.

Come nel caso dei dipendenti pubblici, tuttavia, anche gli orari di reperibilità per i dipendenti privati dovranno essere rispettati durante i giorni festivi ed a partire dal primo giorno di malattia.

Differentemente dal passato i controlli nei confronti dei lavoratori in malattia potranno essere ripetuti.
Visite-fiscali-e-codice-disciplinare

L’obbligo di reperibilità per le visite fiscali INPS 2017 prevede anche alcuni casi di esenzione per esempio:

  • assenza dovuta a cause di forza maggiore;
  • visite, accertamenti e prestazioni contemporanei alla visita fiscale;
  • attività di volontariato che non pregiudichi lo stato di salute presente nel certificato medico di malattia INPS.

via VISITE FISCALI INPS: LE NOVITÀ —

Fonte:https://quotidianocontribuenti.com/2017/07/21/visite-fiscali-inps-le-novita/