Non solo Matera-Maratea: ecco la Basilicata meno nota che piace ai tour operator

castelmezzano.jpg

Didascalia Foto:
Uno scorcio di Castelmezzano

Mer, 21/12/2016 – 12:26

POTENZA – Iniziano «ad arrivare i primi feedback rispetto alla missione che a fine novembre ha coinvolto sei tour operator francesi e undici aziende turistiche della provincia di Potenza, grazie all’incontro organizzato dalla Camera di Commercio di Potenza, in collaborazione con Apt Basilicata e il supporto operativo dell’azienda speciale camerale Forim e della Camera di commercio italiana in Francia (sede di Marsiglia)»: lo rende noto l’ufficio stampa dell’ente camerale potentino, sottolineando che si è trattato di «una scelta non casuale, quella della Francia, che porta in dote una quota considerevole di turisti in Basilicata (in percentuale, è il Paese che ne fa arrivare di più, dopo gli Stati Uniti) ma che potrebbe ampliare ulteriormente i flussi se i riscontri dei tour operator si tradurranno in pacchetti da proporre ai cittadini d’Oltralpe. Il mini tour, che ha consentito di visitare Potenza, Castelmezzano, Pietrapertosa, Vaglio e Matera, è stato giudicato “entusiasmante” dalla delegazione che ha apprezzato anche le doti di ospitalità e la ricchezza enogastronomica del territorio. Un riscontro che si è già concretizzato attraverso i tanti contatti presi con gli operatori locali della ricettività e che potrà ulteriormente ampliarsi nella prossima primavera, quando i tour operator hanno chiesto di tornare, questa volta per visitare la costa di Maratea, giudicata estremamente interessante per i francesi residenti a Nord del Paese».
«Per passare dalla condizione di “potenzialità” a quella di “risorsa” – sottolinea il presidente della Cciaa di Potenza, Michele Somma – occorre dimostrare di poter rispondere concretamente alla domanda esigente di un turismo sempre più articolato e complesso, che sceglie in funzione non più e non solo dei luoghi, ma anche delle esperienze. Per questo motivo, anche l’immersione nella gastronomia e la partecipazione al Volo dell’Angelo sono stati due aspetti molto curati della missione, che ha raggiunto un primo obiettivo di tipo conoscitivo. Le mail molto positive ricevute da parte dei nostri imprenditori ci spingono a programmare ulteriori iniziative, sempre con la preziosa collaborazione dell’Apt, per consolidare le velleità di un turismo internazionale e destagionalizzato che – conclude – avrà positive ricadute economiche ed occupazionali».
Regionale
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Il Quotidiano del Sud

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...