Non chiamateli “crimini radicali”. Chiamateli “crimini cattolici”.

(MB – Nè il titolo né l’articolo sono miei. Perché li pubblico in posizione centrale? Dopo la caduta a Washington dell’asse Obama-Clinton, come chi “sa di avere poco tempo” (Apocalisse 12:12), Bergoglio sta accelerando in modo decisivo indicato dalle note e-mail di John Podesta, il capo dellacampagna di Hillary e della rete pedofila Pizzagate :…

via Non chiamateli “crimini radicali”. Chiamateli “crimini cattolici”. — Blondet & Friends

Milleproroghe. Senato approva emendamento su sblocco assunzioni per 230 precari Iss. Lorenzin: “Grande soddisfazione”. E all’Istituto la accolgono con una standing ovation (video)

L’Assemblea di Palazzo Madama ha approvato l’emendamento bipartisan con il quale si propone per il triennio 2017-2019 la possibilità per l’Istituto superiore di sanità di bandire procedure concorsuali per assunzioni a tempo indeterminato di personale non dirigenziale, per 230 unità complessive, al fine di favorire una maggiore e più ampia valorizzazione della professionalità acquisita dal personale con contratto di lavoro a tempo determinato.

09 FEB – L’Assemblea del Senato ha approvato questa mattina l’emendamento bipartisan al decreto Milleproroghe, a prima firma Emilia Grazia De Biasi (Pd), con il quale si propone per il triennio 2017-2019 la possibilità per l’Istituto superiore di sanità di bandire procedure concorsuali, per titoli ed esami, per assunzioni a tempo indeterminato di personale non dirigenziale, per 230 unità complessive, al fine di favorire una maggiore e più ampia valorizzazione della professionalità acquisita dal personale con contratto di lavoro a tempo determinato.

La ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, ha espresso immediatamente la sua “grande soddisfazione” per l’esito del voto. “Apprendo con grande soddisfazione che è stato approvato l’emendamento per la stabilizzazione dei precari dell’Istituto Superiore di Sanità. I ricercatori e il personale precario dell’Istituto – sottolinea il Ministro – in questi anni hanno contribuito in modo essenziale ad assicurare lo svolgimento delle fondamentali funzioni dell’Iss ed è per questa ragione che ci siamo impegnati nel trovare una soluzione al disagio vissuto dai lavoratori cui finalmente vengono date risposte”.

09 febbraio 2017
© Riproduzione riservata AdnKronos