LA PERDITA DEL MONDO E DELLE COSE

LA PERDITA DEL MONDO E DELLE COSE di Ivan illich 20 lug 2007 Lettera a Helmut Becker, 19 Novembre 1992. In passato l’uomo abbandonava il mondo al momento della morte. Fino ad allora egli era vissuto nel mondo. Noi due apparteniamo entrambi alla generazione di quelli che sono “venuti al mondo”, e che oggi sono…

Stato sociale, prima regola perché funzioni?: uno Stato.

Tratto da:Onda Lucana by Ivan Larotonda E’ sempre più tragicomica la pantomima in voga nelle aree sottoposte al regime dell’UE; ormai è chiaro a tutti come i potentati economici multinazionali, (o sarebbe meglio definirli oltre-nazionali), cerchino di ricavarsi il proprio angolo di Paradiso, e a tutti i costi, nell’estrema appendice occidentale del continente eurasiatico. Questo…

CROLLO DEL PONTE SU A14 E UN PAESE CHE CADE A PEZZI

Il bilancio della tragedia che si è consumata sulla A14 è molto più grave dei due morti e due feriti conseguenti al crollo del ponte 167 sull’autostrada sottostante. Infatti dietro a questo evento drammatico vi è un secondo lutto: quello di un Paese che sta letteralmente cadendo a pezzi dilaniato com’é dall’inerzia di una politica…

LE SCUOLE ITALIANE IN CAMPO CONTRO LA DISLESSIA

Sono giá 5.200 le scuole in tutta Italia che hanno aderito al progetto ‘Dislessia Amica’, di queste, 330 si trovano in Emilia-Romagna e 76 nella provincia Bologna. L’iniziativa, ideata dall’Associazione italiana dislessia, la Fondazione Tim e il Miur, vuole coinvolgete tutti gli istituti scolastici, dalle elementari alle superiori, e prevede, per gli insegnanti, un percorso…

La storia ricominicia anche nell’Arabia Infelix

La guerra dell’ Iraq, della Siria e quella nello Yemen stanno facendo una vittima inaspettata, ovvero l’Arabia Saudita grande cassiere  delle avventure neo coloniali occidentali, ufficiale pagatore del terrorismo e grande protettore del waabismo -salafismo ossia della interpretazione ultraconservatrice e integralista dell’Islam all’origine del jiahdismo e  che per quanto possa sembrare strano ha avuto uno…

Filosofia dell’anima – Del “fascino” epidermico del Belzebu e uomo di mondo Denis Verdini.

Prima considerazione: se il ducetto di Rignano avesse avuto anche solo un terzo del fascino epidermico dell’uomo di mondo Denis Verdini, a quest’ora probabilmente ce lo ritroveremo ancora al posto scaltramente sgrafignato a Enrico Letta: pericolo scampato, insomma! Seconda considerazione: quando si ascolta Denis Verdini perorare le sue cause, come ha fatto ieri sera durante…