Regione: tanti santi in paradiso, ma è l’inferno. Dipendenti sul piede di guerra

 

regione
23 Mar 2017

Scritto da Mariolina Notargiacomo

POTENZA- Per alcuni è il paradiso per altri l’inferno. Con un santo in Regione, che sia esso in auge ai due organi cardine, legislativo e di governo, o che si tratti di personaggi con posizioni comunque apicali, si può stare tranquilli.

Per il resto ci sarebbe da perdere la testa per le numerose e svariate istanze sollevate dagli altri comuni mortali. Disparità di trattamento nell’assegnazione dei benefici – anche in questo caso è necessario rientrare nelle grazie del dirigente – non che quando si riesca ad ottenerlo, come nel caso del premio di produttività, sia poi corrisposto. Eccesso di discrezionalità oltre i limiti stabiliti da norme e da regolamenti, come nei casi già ampiamente trattati su queste colonne dell’assegnazione di posizioni organizzative e di alta professionalità (Po e Ap). Dipendenti costretti a vedersi dimensionato il lavoro poiché surclassati da “maxi esperti esterni”, introdotti con contratti di collaborazione negli uffici dei vari dipartimenti e che a detta dei lavoratori “sfacciatamente nullafacenti”.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

http://www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/cronaca/11428-regione-tanti-santi-in-paradiso,-ma-%C3%A8-l-inferno-dipendenti-sul-piede-di-guerra.html

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...