Legge contro il danneggiamento dei beni culturali, da tre mesi in Parlamento. Che fine ha fatto?

il

Imbrattato il murales di Kentridge sul Lungo Tevere

Il testo in esame in commissione Giustizia alla Camera prevede il carcere tra 1 e 5 anni e la procedibilità d’ufficio

Imbrattata l’opera dell’artista australiano William Kentridge che ha decorato un lato del Lungotevere a Roma con enormi murales dedicati alla storia della Capitale. Sull’opera sono comparsi i tag di diversi writers che in parte la coprono.

Le sanzioni contro chi – writers o meno – danneggi o sporchi con scritte il patrimonio italiano sono contenute in una legge in discussione da tre mesi in Parlamento. E che prende spunto da proposte di legge presenti alle Camere da diverse legislature che prevedono, tra l’altro, che la pulizia sia a spese di chi viene ritenuto responsabile dell’imbrattamento.

Il testo, varato dai ministri Andrea Orlando e Dario Franceschini prevede una delega al Governo per la riforma della disciplina sanzionatoria in materia di reati contro il patrimonio culturale.

Il provvedimento (LEGGI IL TESTO), è stato presentato il 12 gennaio 2017 ed è stato assegnato alla commissione Giustizia della Camera. Il 16 marzo è iniziato l’esame del provvedimento.

Il testo prevede per i delitti di distruzione, danneggiamento nonché di deturpamento o imbrattamento di beni culturali o paesaggistici, la pena della reclusione non inferiore a un anno e non superiore a cinque anni si prevedere anche la procedibilità d’ufficio. Il testo è in programma in calendario a giugno, qualora venga completato il lavoro nella commissione competente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...