La casta costa, in Regione Basilicata in arrivo un dirigente da 200mila euro

REGIONE-BASILICATA1

Al Dipartimento “Infrastrutture e Mobilità”

In arrivo un nuovo dirigente da 200.000 euro. Finalmente abbiamo avuto l’onore e il piacere di poter iniziare a studiare il Bilancio regionale. Se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo affermare che iniziamo molto, molto male. La casta lucana costa sempre di più ai cittadini. Si bruciano i primi 200.000 euro all’anno per un nuovo Dirigente a contratto, quello del Dipartimento “Infrastrutture e Mobilità”. Una domanda sorge spontanea: ma noi non abbiamo già un Assessore alle infrastrutture ed alla mobilità? E come avrà fatto Benedetto senza un Dirigente in tutti questi mesi? Ecco allora che sorge un’altra domanda: sarà per caso che bisogna accontentare qualcuno? Le elezioni si avvicinano e qualche contentino distribuito in modo giusto può assicurare una buona alleanza. Mentre la Basilicata va a rotoli, mentre sempre più lucani pagano decenni di sperperi sulle loro pelle, i soldi per creare postazioni non mancano mai. Quanto sia ingiusto ed amorale tutto questo è sotto gli occhi di tutti. Pittella si lamenta in continuazione della mancanza di soldi, dei tagli dello Stato, del calo delle royalties petrolifere e, poi, getta 200.000 euro all’anno per un Dirigente. Ma non ce ne sono di persone capaci all’interno degli Uffici regionali che potrebbero assumere questo ruolo, se davvero è così indispensabile? O siamo circondati da incapaci? E tutti quei Dirigenti, assunti ad inizio del mandato, non vanno più bene? Non si può continuare ad andare avanti così. Prima o poi il sistema collasserà e, purtroppo i primi a pagarne le spese saranno i cittadini. Vi ricorda qualcosa la spending review che ha fatto ridimensionare gli ospedali lucani? Se non si fermano questi sperperi, sarà solo l’inizio. Pittella si comporti in maniera più responsabile. Si comporti come dovrebbe fare un amministratore competente: non bruci i soldi dei lucani per piazzare qualche amico degli amici.

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale

Tratto da:http://basilicata.basilicata24.it/lopinione/interventi-commenti/casta-costa-regione-basilicata-arrivo-dirigente-200mila-euro-23911.php

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...