In Basilicata la festa del ‘Maggio

Ad Accettura dal 3 al 6 giugno. Il 23 aprile la prima ‘scelta’

POTENZA – E’ una “tra le 47 feste più belle del Mediterraneo”, secondo l’itinerario “Les fetes du Soleil”, patrocinato dall’Unesco: ad Accettura, paese della collina materana, dal 3 al 6 giugno si terrà la festa del Maggio, un rito arboreo centenario che si ripete ogni anno nei giorni di Pentecoste.
La festa “viene dedicata – è spiegato in un comunicato diffuso dal Comitato organizzatore – a San Giuliano, un giovane dalmata che cercava di diffondere la sua fede con coraggio e che, per questo, venne torturato e giustiziato a Sora.
Dall’archivio di Accettura si rileva che il culto di San Giuliano è cominciato a manifestarsi dal 1725, anno in cui San Giuliano divenne protettore del paese”.
Il 23 aprile, prima domenica dopo Pasqua, “è il primo appuntamento della lunga e complessa cerimonia della sagra del Maggio che culmina nelle manifestazioni della domenica di Pentecoste e si conclude il giorno del Corpus Domini”. All’alba “dalle campagne del paese, massari e boscaioli converranno verso il bosco di Montepiano, una cerreta di circa mille ettari, a pochi chilometri dall’abitato. Sono gli esperti deputati alla scelta dell’albero più alto e più dritto, che fungerà da maschio nell’antico rito del Maggio. Gli esperti seguiti dai curiosi si aggireranno per il bosco, scruteranno le chiome, testeranno i tronchi, stabiliranno ad occhio l’altezza e alla fine sceglieranno l’albero sposo. Contestualmente saranno scelti altri cerri che faranno da corteo durante il trasporto e serviranno per innalzare il Maggio. Definite le scelte, gli alberi saranno contrassegnati con un puntone a forma di martello su cui è incisa la sigla SGM (San Giuliano Martire). E nel frattempo si prenderanno accordi per la domenica successiva per la scelta della Cima, il più aggraziato agrifoglio della foresta di Gallipoli”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Basilicata ‘marginale’, ma in ripresa

Rapporto 'Le cinque Italie' dell'Acli

A Roma è stato presentato il rapporto ‘Le cinque Italie’

Redazione ANSAPOTENZA13 aprile 201712:22NEWS

(ANSA) – POTENZA, 13 APR – La Basilicata si trova “ancora in una situazione marginale, ma in ripresa”, con un Pil procapite di circa 18 mila euro annui – rispetto ai 15.160 euro della media del Sud – e con il 51% circa di occupati, a fronte del 40% del meridione: la regione è quindi “ancora un territorio in difficoltà ma gli indicatori socio-economici mostrano segnali di risveglio”. I dati emergono dal rapporto “Le cinque Italie”, realizzato dall’Iref per le Acli e presentato a Roma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Crimea: grandi esercitazioni russe

Negli ultimi giorni del mese di marzo, come da programma, la Russia ha regolarmente condotto una serie di esercitazioni combinate tra forze terrestri, aeree e marittime presso l’area di addestramento “Opuk”, che si trova vicino alla città di Theodosia, nell’annessa Crimea. Questi esercizi coordinati, hanno coinvolto migliaia di soldati di tre grandi unità aeree, la […]

via Crimea: grandi esercitazioni russe — Articles by Gabrielis Bedris

GLI ALLEGRI ANNUNCI DIGITALI DELLA JUNTA DI ROMA

La giunta romana vuole modificare lo Statuto per introdurre innovazioni rivoluzionarie. Ma andando a vedere nel dettaglio ci accorgiamo che più che della rivoluzione dovremo preoccuparci del delirio scarsamente democratico che viene rappresentato.

via Gli allegri annunci digitali della Junta di Roma — Hic Rhodus