Medici, si è rischiata l’infrazione Ue. Dura bacchettata alla Regione dalla Corte Costituzionale

il

 

medici.jpg
14 Apr 2017

Scritto da redazione

POTENZA – La Corte Costituzionale ha bocciato le due leggi con le quali la Regione Basilicata, nei mesi scorsi, ha di fatto rinviato l’entrata in vigore dei nuovi orari di lavoro per medici ed infermieri. E’ l’ennesima bacchettata da parte della Consulta che ha evidenziato una doppia violazione dell’articolo 117 della Costituzione.

La Regione Basilicata, in buona sostanza, non ha rispettato la normativa nazionale, ma soprattutto ha rischiato di incorrere in una procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea. Sanzione che era stata evitata dallo Stato proprio con il recepimento della nuova normativa.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

 

Annunci