Pasqua tra colombe e uova di cioccolato

Sarà per i dolci sfiziosi e gustosi, sarà per l’aria e il sole primaverile ma la Pasqua, dopo il Natale, è una delle festività più attese e gioiose dell’anno. Come per ogni ricorrenza della religione cristiana anche questa si porta dietro secoli di tradizioni e ricette, per ogni singola regione, tramandate di generazione in generazione, addizioni che […]

via Pasqua tra colombe e uova di cioccolato — Creando Idee

Pasqua stenoipeica (reloaded)

Non c’è giorno migliore della Pasqua per riprendere questa idea creativa di Francesco Capponi, artista perugino che ha realizzato una tra le più geniali macchine fotografiche che mi sia capitato di vedere. L’idea di fondo è quella della fotocamera che si trasforma in fotografia, un concetto usato anche da altri progetti stenopeici. Francesco ha però coniugato […]

via Pasqua stenoipeica (reloaded) — Pega’s photography Blog

Onda Lucana

Onda spacca 2017
Onda Lucana under-construction 2017 by Antonio Morena

Ci scusiamo con i lettori.Gli aggiornamenti grafici non possono essere apportati :vedi il Menu , per un problema tecnico non dipendente direttamente da noi ,ma da WordPress.

Attendiamo che il servizio venga risolto al piu’ presto.

Grazie per l’attenzione.

Carburanti, ecco la stangata di Pasqua

gasolio-aumento-carburante.jpg
Per ragioni di pixel l’immagine originale viene sostituita

“Gli automobilisti che in queste ore si metteranno in viaggio su strade e autostrade per trascorrere fuori casa le feste di Pasqua e Pasquetta dovranno mettere in conto una ‘stangata’ da complessivi 156 milioni di euro sui rifornimenti di carburante“. E’ quanto denuncia il Codacons, che calcola la maggiore spesa a carico degli italiani che decidono di partire in auto in occasione delle feste.

“Oggi ai distributori di carburanti si registrano rincari record dei listini, con il gasolio che costa in media il 15,3% in più rispetto ad aprile 2016. Per la benzina i prezzi sono mediamente più alti dell’11,1% su base annua. Tradotto in soldoni, significa che per un pieno di diesel si spendono oggi quasi 9,5 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2016, per le benzina 7,9 euro in più a pieno”, calcola l’associazione.

“Considerato il numero di italiani che in queste ore si metteranno in viaggio in automobile per trascorrere le feste di Pasqua fuori casa o per gite fuori porta a Pasquetta, la stangata è servita: 156 milioni di euro di maggiore spesa solo per il carburante rispetto alla Pasqua del 2016. Ciò è causato sia dai listini alla pompa che puntualmente salgono in occasione delle partenze delle famiglie, sia dall’eccessiva tassazione che vige sui carburanti in Italia e che rappresenta il 70% del costo di ogni litro di benzina acquistato dagli automobilisti”, conclude il Codacons.

Tratto da:http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2017/04/15/carburanti-ecco-stangata-pasqua_4yPAG3qPgMKNnLPbXA5AlI.html

Il 92% degli italiani si crede immune dagli hacker

Millions of email login details stolen in Germany

Ogni minuto catalogate 176 nuove minacce, quasi tre al secondo

Redazione ANSAROMA

15 aprile 201720:17NEWS

ROMA – Il 92% degli italiani non crede di poter diventare vittima dei cyber criminali e il 46% non installa soluzioni di sicurezza sui propri dispositivi. E’ il dato allarmante riferito al nostro paese se si pensa che la media mondiale è del 74%. Mentre vengono catalogate 176 nuove minacce cyber ogni minuto, quasi tre al secondo. E nel 2016 è cresciuto dell’88% il ransomware, cioè quel virus che prende in ostaggio i dati dei nostri dispositivi e li restituisce dopo un riscatto.

“Purtroppo gli italiani si dimostrano ancora troppo poco attenti alla loro sicurezza online. Questo ha portato più di un utente su cinque a diventare vittima dei cyber criminali”, commenta Morten Lehn, General Manager per l’Italia di Kaspersky Lab.

Altri dati li snocciola il Global Threat Intelligence di McAfee Labs che registra notevoli trend di crescita: il numero complessivo dei nuovi ‘malware’ è cresciuto del 24% nel 2016 arrivando a 638 milioni di campioni. Impennata del 99% per i virus malevoli che colpiscono i dispositivi mobili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Occupazione, la Via Crucis dei senza lavoro. Sotto la Regione spunta anche una croce

 

REGIONE-BASILICATA1
15 Apr 2017

Scritto da Mariolina Notargiacomo

POTENZA – Azienda sanitaria locale, Regione Basilicata, Tar e dirigenza dell’Istituto Clinico lucano: ciascuno con le proprie ragioni – per alcuni dei quali dettate da rispettivi interessi – hanno dato vita ad una vertenza.

Essa vede coinvolte una trentina di famiglie lucane, molte delle quali monoreddito, oltre ad aver tolto ossigeno ad una filiera di settore che da decine di anni ha potuto contare sul funzionamento dell’ospedale potentino. Non ricevendo risposte concrete da nessuna delle parti in causa, i lavoratori della clinica, che si sono visti dimensionare il lavoro, sospettano a questo punto di ritrovarsi vittime di un disegno ben preciso, lo stesso che, a loro parere, porterebbe la struttura sanitaria alla chiusura definitiva.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”