Cova, annullate le diffide all’Eni. Il Tar: “I controlli spettavano all’Arpab”

 

regione
28 Apr 2017

Scritto da Fabrizio Di Vito

POTENZA – Che sia Tribunale, Tar o Corte dei Conti, la musica non cambia. Negli ultimi anni difficilmente la Regione Basilicata ne ha “azzeccata” una sul fronte giudiziario, tra atti e bilanci bocciati e richieste di costituzione di parte civile “pasticciate”.

L’ultima “stoccata” è arrivata nel tardo pomeriggio di mercoledì dal tribunale amministrativo regionale che ha accolto il ricorso dell’Eni contro le diffide dell’ente regionale intimate dopo lo sversamento di greggio all’esterno dell’impianto e riguardanti l’utilizzo dei serbatoi di stoccaggio del petrolio privi del doppio fondo. Nella sentenza breve favorevole alla compagnia petrolifera il Tar spiega che non spettava alla Regione esercitare direttamente il potere di evidenziare inosservanze da parte dell’Eni rispetto alle autorizzazioni ricevute negli anni precedenti.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Tratto da:http://www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/cronaca/11635-cova,-annullate-le-diffide-all-eni-il-tar-i-controlli-spettavano-all-arpab.html

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...