LUCANIA

18301146_481681078830628_2201889373391107595_n
Immagine tratta da repertorio Web di Gerardo Renna 

Tratto da:Onda Lucana by Gerardo Renna

Lucania

Piccola sei, ma varia e bella!
Le tue profonde valli, le tue montagne verdi,
gli ombrosi boschi che ti coprono
sempre nei miei occhi e nel mio cuore sono !
I tuoi fiumi, come vene, ti percorrono!
Teneramente
i fianchi il mare t’accarezza, come del mattino la brezza!

La tranquillità e la pace sono nella tua gente,
sempre calda ed accogliente!

Sulle tue cime
di Federico (**), maestosi svettan i castelli!

Di lassù
l’orizzonte dominano i tuoi paeselli
che nel sole son sempre più belli!

Lucania, terra di luce, luce di sole
che illumina e scalda in ogni stagione!

Lucania, piccola mia regione, una volta grande e forte
che sfidar osò anche la potente Roma!
(Funo di Argelato, genn. 2002)
(*) Lucania: antica regione dell’Italia meridionale, abitata da Sanniti e Coloni greci. Dapprima indipendente, poi conquistata e sottomessa a Roma. Situata fra l’Apulia (Regio II), la Campania (Regio I) ed il Bruttium (l’attuale Calabria, che formava il Regio III). Essa era attraversata da tre vie consolari: L’APPIA , la “Regina viarum”, che si snodava da Roma a Brindisi), la POPILIA (Capua-Reggio Calabria) e l’ERCULIA (Corfiniium-Venusia-Grumentum-Nerulum).
(**) di Federico: Federico II di Svevia, figlio di Enrico VI e di Costanza d’Altavilla. Re di Sicilia dal 1197 (a tre anni e perciò con la reggenza della madre) e imperatore del Sacro Romano-Germanico Impero dal 1214 al 1250.
Poeta e letterato, protesse gli artisti e fondò l’università di Napoli. Amante della caccia, fece costruire nel suo regno numerosi castelli, che spesso usò come residenze di caccia.
Da uno di questi (quello di Melfi/Pz) emanò, nel 1231, le famose Costituzioni di Melfi (una raccolta di leggi che, secondo gli storici, segna la nascita dello Stato moderno, indipendente dalla Chiesa, con il potere accentrato nelle mani del sovrano e amministrato per mezzo di funzionari stipendiati).

Tratto da:Onda Lucana by Gerardo Renna

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...