Primarie Pd, Lacorazza: “Il ciclo di Pittella è finito. Per Renzi il risultato peggiore in Basilicata”

il

 

lacorazza_congresso
05 Mag 2017

Scritto da Mariolina Notargiacomo

POTENZA – Il dopo primarie in Basilicata tiene vivo il dibattito politico in seno al Pd, forse più di quanto accada nel resto del Paese. Una regione la cui amministrazione continua a rimanere nelle mani degli esponenti del partito riconsegnato a Renzi, ma dove le divisioni tra i dem risultano sempre più marcate, a discapito di un lavoro condiviso.

Lo stesso al quale si appella Piero Lacorazza, il quale ricorda ai compagni che la fase congressuale pre-primarie va archiviata. A parere dell’ex presidente del consiglio regionale «la discussione che si va imponendo nelle ultime ore rischia di arenarsi su problematiche che nulla avrebbero a che fare con i drammi patiti dalla comunità lucana, sui quali, invece, è necessario rivolgere lo sguardo». A Lacorazza, sostenitore della mozione di Michele Emiliano alle recenti consultazioni per la scelta del segretario dei democratici, proprio non è piaciuto lo scatto in avanti di quanti, forti del risultato ottenuto alle Primarie, sono usciti allo scoperto nell’intenzione di cominciare a tracciare la strada in vista di attesi risvolti, non ultimi quelli riferiti al rinnovo dell’esecutivo Pittella e quello, ancora più impellente, della segreteria regionale del partito democratico lucano, sprovvisto di una guida da oltre un anno e mezzo.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

 

Annunci