Sversamento Cova, sindaci di Viggiano e Grumento all’attacco. “Incidente grave: non è come dice Descalzi”

il

 

sindaci_valdagri.jpg
17 Mag 2017

Scritto da Daniele Corbo

GRUMENTO NOVA – Un’area interessata dalle prospezioni ambientali pari a 175mila metri quadrati e non a 6mila come trapelato dopo l’incontro al ministero dell’Ambiente a cui hanno partecipato Eni e Regione Basilicata.

94.600 dentro il Centro Olio di Viggiano, 53mila all’esterno del Centro Olio di Viggiano, interessati dalle attività di messa in sicurezza di emergenza, di cui 27mila a valle della Statale 598. Un perimetro in cui sono diversi i sondaggi risultati contaminati. Come quelli nei terreni agricoli sottoposti alle ordinanze cautelative del sindaco di Grumento Nova, Antonio Imperatrice, dove sarebbe stata riscontrata presenza di idrocarburi oltre a sforamenti dei limiti di legge nelle falde per ferro, manganese, nichel e triclorometano.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...