“Rassicurazioni di Pittella e Eni sul Cova sono una sceneggiata montata ad arte”

832188b260191f13-1495194414.jpg
Pittella al Cova durante il sopralluogo (foto profilo fb del governatore lucano)

Ultima modifica Ven, 19/05/2017 – 13:47 di Redazione Basilicata24 leggi tutto

Le dichiarazioni dell’ex gladiatore Pittella, a seguito dell’ispezione del 18 maggio di Regione, Ispra, Cnr e Arpab presso il Cova di Viggiano, fanno ormai parte del solito ritornello del tutto apposto, della tranquillità e della piena fiducia in Eni, a cui i cittadini lucani non credono di più. L’obiettivo di Eni e di Pittella è palese: si vuole far ripartire l’attività del Cova il prima possibile. Sembra di trovarsi di fronte a una vera e propria sceneggiata, montata ad arte per cercare di rassicurare la popolazione, che nei giorni scorsi è stata insultata e tacciata di provincialismo addirittura dal premier Gentiloni, solemente perché sta difendendo il proprio territorio, la propria salute e il futuro dei propri figli. Questa accelerazione improvvisa da parte del cane a sei zampe che ha annunciato la rapida installazione di uno dei tre doppifondi è la prova lampante, che con la chiusura temponarena vengono minati gli interessi economici dell’azienda, e che finora Eni ha messo totalmente in secondo piano la tutela dell’ambiente e della salute, e che è stata costretta ad ammettere fortuitamente la perdita di 400 tonnellate di greggio nei terreni all’interno e all’esterno del Cova. Avevo chiesto formalmente di poter partecipare all’ispezione con Ispra e Arpab, ma la Responsabile Eni del Distretto Meridionale, Francesca Zarri, mi ha risposto con un netto stop perché la comunicazione è avvenuta in ritardo, e ha chiesto per la prossima volta un preavviso maggiore. A questo punto chiederò formalmente di poter visitare il Cova con tecnici di mia fiducia per verificare quanto fatto. Rimane comunque in dato su cui si sta glissando completamente, ovvero la bonifica del sito inquinato. E’ questa la vera questione che ci interessa.

Gianni Leggieri Capogruppo M5S Basilicata

Ven, 19/05/2017 – 13:47

via “Rassicurazioni di Pittella e Eni sul Cova sono una sceneggiata montata ad arte” — Basilicata24

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...