Total, debiti con i Comuni per mensa e fitti: servizi a rischio. Ieri nuovo sciopero per il rinnovo dei contratti

il

CORLETO PERTICARA – Contratti non rinnovati e solite procedure svantaggiose per gli operai lucani. La storia si ripete al cantiere Tempa Rossa della Total dove ieri i lavoratori di alcune società subappaltatrici della maxi commessa affidata alla Tecnimont per la realizzazione del giacimento lucano, sono ritornati a scioperare.

A nulla sono serviti i tavoli sindacali nell’ambito dei quali si è cercato di imporre una linea che puntasse al rinnovo automatico e a lungo termine dei contratti delle maestranze. Una richiesta che chiama in causa le aziende affidatarie di appalti più consistenti. Al contrario, pare che numerose società, molte delle quali aggiudicatarie di commesse con una previsione dei lavori anche oltre i dodici mesi, continuino ad impiegare personale con il solito margine fissato al massimo a due mesi e con successivo rinnovo “se nelle condizioni”. Ma ad aver animato il presidio inscenato nella giornata di ieri al centro olio della multinazionale francese c’è un’altra annosa questione.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

http://www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/cronaca/11832-total,-debiti-con-i-comuni-per-mensa-e-fitti-servizi-a-rischio-ieri-nuovo-sciopero-per-il-rinnovo-dei-contratti.html

Annunci