Migranti. Francia e Spagna negano i porti per gli sbarchi e obbligano l’Italia ad accogliere tutti

il

A neanche 24 ore dall’intesa raggiunta a parole con i ministri dell’Interno di Francia e Germania e benedetta dalla Commissione Ue, l’Italia incassa due porte in faccia. Anzi, due porti: quelli della

stessa Francia e della Spagna, che secondo fonti da Bruxelles riportate dall’Ansa diranno no all’apertura dei loro scali marittimi alle navi delle ong cariche di migranti. Il tutto mentre l’Onu prevede che i flussi provenienti dalla Libia non sono destinati a diminuire.

Solo domenica il vertice informale a tre tra i ministri dell’Interno di Francia, Germania e Italia, Gerard CollombThomas de Maiziére e Marco Minniti  – cui aveva partecipato anche il commissario europeo agli Affari Interni Dimitris Avramopoulos– si era concluso con i soliti sorrisi e una nuova serie di impegni: da una parte un aumento degli sforzi di Parigi e Berlino sui ricollocamenti, dall’altra parte un codice di condotta per le ong, ulteriore sostegno (anche economico) alla Guardia costiera libica e aiuti all’Osservatorio per le migrazioni e all’Unhcr perché i centri in Libia rispondano agli standard sui diritti umani. Si pensa anche di cambiare la regola secondo cui le navi delle organizzazioni non governative, che rappresentano il 35-40% della flotta in mare che fa ricerca e salvataggio, sbarcano i migranti a bordo di EunavforMed Sophia. Previsto anche un miglioramento della collaborazione tra Italia e Malta nelle operazioni di soccorso, che tuttavia, si sottolinea, non significa che i migranti saranno sbarcati sull’isola.

via Migranti. Francia e Spagna negano i porti per gli sbarchi e obbligano l’Italia ad accogliere tutti — Cagliari Post

https://cagliaripost.com/2017/07/04/migranti-francia-e-spagna-negano-i-porti-per-gli-sbarchi-e-obbligano-litalia-ad-accogliere-tutti/

Annunci