In ottobre arrivano le notizie a pagamento su Facebook

b10f2af7bcb03adec1296bf9f8f191ef-006-kdQC-U43340948531081rsB-593x443@Corriere-Web-Sezioni.jpg

di Martini Pennisi

 

La responsabile dei rapporti con i media Campbell Brown ha annunciato l’imminente attivazione di un paywall interno alla social network

In ottobre Facebook comincerà a testare l’accesso a pagamento alle notizie. Lo ha dichiarato Campbell Brown, responsabile dei rapporti con i media di Menlo Park, al Digital Publishing Innovation Summit di New York: «Una delle cose che gli editori di giornali digitali ci hanno chiesto è di attivare un paywall in Facebook. Lo stiamo facendo». La novità sarà probabilmente basata su Instant Articles, la visualizzazione rapida dei contenuti in mobilità all’interno del social network introdotta nel maggio del 2015. Dopo aver letto dieci articoli, l’utente potrà decidere se abbonarsi o meno alla testata che ha deciso di aderire all’iniziativa, ha spiegato Brown citando uno dei modelli applicabili. In sostanza, verrà replicato sulla piattaforma blu da 2 miliardi di persone quello che alcuni giornali — fra cui il «Corriere» — fanno già sui loro siti. La domanda è: cosa, e quanto, chiederà Menlo Park agli editori per raccogliere gli abbonamenti? A quanto ammonterà la probabile commissione? Non c’è invece bisogno di chiedersi cosa abbia ispirato la novità: la praticità del formato Instant Articles è innegabile ed è senza dubbio utile alla causa degli editori, sempre più concentrati sugli accessi da smartphone. Ma Facebook non è ancora riuscito a dare garanzie in termini di ritorni economici, motivo per cui numerosi giornali, fra cui il New York Times e Forbes, hanno fatto un passo indietro. Il foglio newyorkese ha imputato la decisione proprio alla volontà di continuare a spingere gli abbonamenti con i link tradizionali. Lo stesso problema (di monetizzazione) si è proposto con i video, live e non: Facebook vuole diventare la nuova tv e si sta muovendo sul doppio fronte di acquisto dei diritti e vendita degli spot pubblicitari in mezzo ai filmati. Le inserzioni, fra l’altro, inizieranno a popolare anche Messenger.

@martinapennisi

19 luglio 2017 (modifica il 19 luglio 2017 | 11:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: http://www.corriere.it/tecnologia/social/17_luglio_19/ottobre-arrivano-notizie-pagamento-facebook-3d1a1158-6c53-11e7-adf5-09dddc53fe2d.shtml

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...