Il programma completo del XVIII Lucania Film Festival — JONICA.TV

Un programma ricchissimo, che crede nella qualità della proposta filmica nelle sue molteplici sfaccettature, in cui anche gli ospiti di fama sono inseriti all’interno di un disegno che punta a costruire percorsi e sinergie permanenti.

Nel lanciare nelle orbite dell’inter(net)spazio il programma completo dell’edizione in cui il Lucania Film Festival diventa maggiorenne, l’associazione Allelammie conferma la visione che da sempre ispira i principi organizzativi dell’evento: non una kermesse fine a se stessa, ma un’occasione di dialogo sul cinema nel mondo e nello stesso tempo un viatico che conduce il cinema sulle strade della Lucania, con l’obiettivo di creare una ricaduta in grado di resistere oltre i tempi dell’evento e le numerose personalità che continuano a renderlo famoso.

La XVIII edizione avrà un giorno in più di programmazione. Il LFF aprirà il 9 agosto nella location del Centro Tilt di Marconia di Pisticci dando subito spazio alle proiezioni dei film in concorso: 48 opere da tutto il mondo suddivise nelle sezioni Corti Fiction, Corti Animazione, Corti Documentari, Lungometraggi Fiction e Lungometraggi Documentari. A questi si aggiungono 5 film della sezione Spazio Italia e 8 proiezioni Extra.
In prima serata le storie di alcuni film famosi proveranno ad incrociare le orbite dell’universo: il talk scenico di astro-turismo su “Cinema e fantascienza” sarà condotto da Pippo Bianco dell’Agenzia Spaziale Italiana e da Armando Corridore, esperto di cinema di fantascienza.
La prima serata si chiuderà in musica con la “Promenade with Monk” di Sandro Savino.

Il 10 agosto il Lff incontrerà Giancarlo Giannini. Il pluripremiato attore italiano sarà dapprima insignito della cittadinanza onoraria di Pisticci in una specifica cerimonia organizzata a Pisticci centro, e poi protagonista di un talk sul cinema con la docente dell’Unibas Manuela Gieri. Giannini sarà anche coinvolto nel momento musicale affidato all’orchestra La Paganini. Nelle sale, intanto, proseguiranno le proiezioni dei film in concorso ed i racconti dei numerosi registi ospitati nella cinque giorni del Lff.

Inseguendo le mille declinazioni del cinema il Lff parlerà anche di produzioni. All’interno del programma dell’11 agosto si aprirà, infatti, un focus sul cinema on demand con il produttore lucano Alessandro Masi, che assegnerà il Premio FlexyMovies al film con maggiori potenzialità sui mercati internazionali. Angelo Lucano Larotonda è invece docente universitario, documentarista e sceneggiatore per il cinema e la Rai: al Festival presenterà il suo ultimo libro La Maciara indaffarata – Lessico della magia lucana, in cui narrazione antropologica e cinema trovano diversi punti in comune sulle strade che furono anche di De Martino. Musica ed immagini si accavalleranno invece con Fabio Orsi, che presenta il lavoro “Il ricordo improvviso dell’assoluto stupore”.

Nelle due giornate conclusive della XVIII edizione, il Lff incontrerà Mohsen Makhmalbaf; il regista iraniano di Viaggio a Kandahar terrà una lectio magistralis su Bellezza e Censura dialogando con il presidente dell’Anac Francesco Ranieri Martinotti e poi, nel giorno dei verdetti, sarà ospite di Steve Della Casa nel programma Hollywood Party di Radio 3.
Il 12 agosto, inoltre, Fabio Morici, attore e presentatore del Lff, terrà un talk con Lillo Petrolo del duo comico Lillo e Greg. Eufemia Mascolo è invece una musicista e performer che in Musica Visiva presenterà i suoi paesaggi sonori per contrabbasso e sitar. 
Dopo la cerimonia ufficiale di premiazione, la chiusura in musica del 13 agosto sarà affidata al surf’n’roll esplosivo degli Atollo 13.

Ufficio Stampa LFF a cura di Go Press

via Il programma completo del XVIII Lucania Film Festival — JONICA.TV

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...