Libia. Salvini:” Napolitano va processato” insorge il Pd.

 / 

Giorgio Napolitano denuncia i «grossolani e inauditi attacchi» e le «spudorate falsificazioni» da parte del leader della Lega Matteo Salvini, e in una nota ringrazia le personalità, tra cui Paolo Gentiloni, che gli hanno espresso solidarietà. «Il Presidente

emerito Giorgio Napolitano esprime i suoi sentimenti di riconoscenza e apprezzamento per tutte le personalità istituzionali e politiche – tra cui i Presidenti di Camera e Senato e il Presidente del Consiglio Gentiloni – che hanno voluto indirizzargli messaggi di solidarietà dinanzi ai grossolani e inauditi attacchi rivoltigli, fondati su spudorate falsificazioni dei fatti relativi all’intervento in Libia del 2011 . È quanto si legge in un comunicato. Nell’intervista a Repubblica, l’ex presidente della Repubblica addossava le responsabilità della guerra in Libia al governo Berlusconi. Da qui il commento del leader della Lega Nord: “Napolitano non dovrebbe essere intervistato, pagato e scortato, dovrebbe essere processato”.

“Vergognosa mistificazione della realtà da parte di Giorgio Napolitano sul folle attacco alla Libia di Gheddafi nel 2011″. Lo scrive Giorgia Meloni su Facebook. Su Repubblica, l’ex presidente dichiara che non è stato lui a spingere per la guerra in Libia del 2011 e che allora al governo c’era Berlusconi.

“Quella guerra insensata fatta contro gli interessi nazionali italiani è stata voluta e incoraggiata dall’allora Capo dello Stato, dal Pd e dal solito circo mediatico con la scusa sempre buona della difesa dei diritti umani calpestati dal feroce dittatore di turno”, aggiunge la Meloni, che all’epoca era ministro di Berlusconi.

“Il governo, apertamente contrario ad azioni ostili contro Gheddafi“, ricorda, “è stato costretto a intervenire militarmente dopo le azioni unilaterali di Francia e Regno Unito per non escludere l’Italia dai nuovi equilibri libici. La storia saprà fare luce sugli eventi del 2011, sulla caduta del governo di centrodestra, sulla guerra in Libia e sul perché una parte importante delle istituzioni italiane si schierò contro gli interessi della Nazione”. “Se Napolitano”, conclude, “sperava di cavarsela con una carnevalesca intervista su La Repubblica, ha sbagliato di grosso”.

via Libia. Salvini:” Napolitano va processato” insorge il Pd — Cagliari Post

Fonte:https://cagliaripost.com/2017/08/04/libia-salvini-napolitano-va-processato-insorge-il-pd/

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...