TRA IL POLLINO CHE BRUCIA E L’ EMERGENZA SICCITA’ LA GIUNTA PITTELLA DELIBERA PER IL TAGLIO DELLE BIOMASSE — JONICA.TV

In piena estate mentre il pollino perde circa 300 Ha , dopo altri numerosi incendi ,in piena emergenza siccità e nel mezzo della discussione dei cambiamenti climatici  che accapiglia i governanti di mezzo mondo la regione Basilicata delibera per la produzione di biomasse nel Pollino   per alimentare la centrale del Mercure in un raggio di 70 Km dall’impianto ,

La delibera fatta in piena estate è la nr 750 del 19 luglio 2017 e parte da uno studio Enea sulla reperibilità di biomassa in Basilicata del 2016 . Nello studio Enea però non ci sembra che sia stata  contemplata la devastazione in atto  a seguito degli ultimi  incendi del patrimonio forestale, la siccità permanente e il contributo che la vegetazione da  per la riduzione della C02 e per la  riduzione dell’effetto serra  con buona pace dei cambiamenti climatici .http://www.ecologiae.com/emissioni-foreste-europa/44530/

Temi  a nostro giudizio in antitesi  e non meno importanti  della produzione di energia elettrica che puo essere prodotta in mille modi senza tagliare gli alberi  e vegetazione per bruciarli come biomasse. Sarebbe stato opportuno prima di deliberare  prendere in esame anche uno studio della desertificazione ,del rischio incendi ,del rischio idrogeologico, ma soprattutto  dell’impatto che avranno il taglio degli alberi e della vegetazione sugli ecosistemi del pollino e del parco del pollino stesso .Non dimentichiamoci inoltre  che  L’UNESCO, nel novembre del 2015, ha inserito tra i siti da tutelare anche il Parco Nazionale del Pollino, che con i suoi 192 mila ettari detiene il primato di parco nazionale più esteso d’Italia

https://www.architetturaecosostenibile.it/green-life/turismo/parco-pollino-unesco-586/

Ovviamente i comuni ,il parco del pollino e le comunità  ricadenti nei 70 Km dalla centrale del Mercure possono sempre ricorrere al Tar contro la delibera della Regione Basilicata   per tutelare i propri interessi, il proprio verde e il proprio territorio.

via TRA IL POLLINO CHE BRUCIA E L’ EMERGENZA SICCITA’ LA GIUNTA PITTELLA DELIBERA PER IL TAGLIO DELLE BIOMASSE — JONICA.TV

NOSCORIE TRISAIA

Fonte:https://jonicanotizie.wordpress.com/2017/08/04/tra-il-pollino-che-brucia-e-l-emergenza-siccita-la-giunta-pittella-delibera-per-il-taglio-delle-biomasse/

 

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...