STELLINE DECADENTI…

20632539_1604501929583707_77876174_n.jpg

Tratto da:Onda Lucana by Franco Loriso

STELLINE DECADENTI…

Certo che bisogna avere la faccia tosta quando si afferma di aver portato avanti una battaglia per l’ospedale e non si ha il coraggio di ammettere che si è persa per due motivi. L’indifferenza dei partiti che sostengono il governatore Pittella, in primis, il sindaco di Melfi, Livio Valvano e chi soffre di manie di protagonismo credendo di essere una star della politica. Addirittura il Movimento 5 Stelle si è annientato da solo, boicottandosi a vicenda, in una sorta di lotta alla primogenitura su chi dovesse prendere in mano lo scettro del capo indiscusso del movimento, tant’è che ha ritenuto di “scomunicare” chiunque avesse parte partecipato alla manifestazione di protesta… Pro-Ospedale. Tant’è che i melfitani si sono rotti coglioni del novello inquisitore dei 5 stelle e non si sono proprio presentati! Ma il Movimento gira che è una meraviglia… perché è una grande famiglia, di chi lo sanno,ormai, tutti, visto che sono degni di candidarsi soltanto loro! Gli altri, sono i coglioni che devono sottostare alle decisioni del porta voti ufficiale… Insomma, per costoro o si fa così, oppure, per bolla papale sei giudicato eretico… Strano concetto di democrazia si respira all’interno dei 5 stelle di Melfi! È così non funziona la politica ma la mania di protagonismo che manco Craxi, aveva ai suoi tempi! In confronto a costoro, l’ex e defunto Signore del Psi, potrebbe essere considerato, come minimo a Santa Rita da Cascia! E non è una battuta! Francamente, sono stato tentato di votarli visto lo schifo che c’è in giro in altri partiti e liste civiche, ma meglio, scrivere, nel segreto dell’urna, alle prossime tornate, un grosso VAFFACULO, con la speranza che i grillini, nel frattempo non lo abbiano già registrato come loro “marchio doc”! Ai melfitani chiediamo di diffidare di “pseudo-paladini” perché come sosteneva il grande Giorgio Gaber: “LIBERTÀ E’ PARTECIPAZIONE” e, aggiungiamo noi, a chi ha voglia di protagonismo a tutti i costi… non va garantita alcuna importanza. L’indifferenza è la migliore medicina contro i novelli “Robin Hood”…

Tratto da:Onda Lucana by Franco Loriso

Annunci

Autore: ondalucana

Dialetto: Basilicata GENTE LUCANA Addonne la sconto la canosco subbito dda facci, si è 'nna facci nosta, re gente re Lucania. Dda facci porta stampati inta l'uocchi e segnati 'ncoppa le mmano le pene e l'affanni ca ra megliara r'anni se port'accovati 'mpietto. Scurnuso, inta ddi silienzii suoi tene 'mmescati ruluri e speranze. Li cieli, le terre, li sapuri, le feste, li lutti, l'amuri, sempe se port'appriesso inta la sacca ca sulo iddo nge pòte rozzolà. So' 'mmiriane ca re sfilano ppe 'ncapo com'à li grani re 'nno rosario e se stampano 'nfacci e chi lo tenemente nun sape mai si chiange o si rire. Tène l'uocchi ruci tène la facci aperta, puri si è scura. E' la facci re gente re Lucania ca se 'mpotào cca venenno ra terre lontane, tanto lontane. Traduzione in italiano GENTE LUCANA Laddove la incontro la conosco subito quella faccia, se è una faccia nostra di gente di Lucania. Quella faccia porta stampati negli occhi e segnati sulle mani le pene e gli affanni che da migliaia d'anni porta stipati in petto. Timido, nei suoi silenzi nasconde mescolati dolori e speranze. I cieli, le terre, i sapori, le feste, i lutti, gli amori, sempre se li porta dietro nella tasca e soltanto lui può rovistarvi. Sono fantasmi che gli sorrono in testa come i grani di un rosario e si manifestano in faccia e chi lo osserva non sa bene se piange o se ride. Tiene gli occhi dolci tiene il viso aperto, anche se scuro. E' il viso della gente di Lucania che si fermò qua venendo da terre lontane, molto lontane. Poesia inviata da: Giuseppe De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...