“WILDERS? UN IGNORANTE, XENOFOBO, PIENO DI PREGIUDIZI..”

… … ci hanno martellato i k. Rai, Corriere e Repubblica, “pensate che rischi avremmo corso. Per fortuna ha vinto l’Olanda europeista, colta e di larghe vedute”. Invece Dijsselmbloem… «I Paesi del Sud? Spendono tutto in donne e alcol». e Dijsselbloem non si scusa (e anzi sorride). Il presidente dell’Eurogruppo conferma le parole che…

via “WILDERS? UN IGNORANTE, XENOFOBO, PIENO DI PREGIUDIZI..” — Blondet & Friends

Renanera

https://youtu.be/SgU0-1BbMDE
per far esibire i RENANERA al “CONCERTO del PRIMO MAGGIO”
ENTRATE IN QUESTO LINK http://www.1mnext.it/index.php/gli-artisti/83-renanera
PER VOTARE CLICCATE sul TASTO “MI PIACE” contenuto nella pagina.
UN GRAZIE IMMENSO A CHI LO FARA’ MA ANCHE A CHI CURIOSO GUARDERA’

Matera. L’Azienda sanitaria cerca medici, ma nessuno vuole il posto

front762305

20 MAR – “Nonostante i ripetuti avvisi pubblici, le selezioni per dirigenti medici specialisti in ortopedia e medicina e chirurgia di accettazione e urgenza si concludono con un nulla di fatto dovuto alla indisponibilità dei candidati ad assumere servizio. Sul BUR della Regione Basilicata del 16 marzo 2017 saranno pubblicati i nuovi avvisi per specialisti in ortopedia e in medicina d’accettazione e d’urgenza. Chiunque fosse interessato può pubblicizzare la notizia con ogni mezzo”. È questo l’appello lanciato alcuni giorni fa dall’Azienda sanitaria di Matera e che ancora campeggia sul sito internet aziendale.

Ma per il vice presidente del Consiglio regionale, Paolo Castelluccio, “non può bastare lanciare un Sos” o “prendersela con quei medici che preferiscono l’ospedale più vicino a casa propria”. Per Castelluccio serve “un’attenta riflessione per capire le motivazioni del rifiuto di medici a lavorare nei due ospedali e per sforzarsi di individuare soluzioni”.

Per il vice presidente del Consiglio regionale “le ragioni di questa situazione, ancor più paradossale tenuto conto che ci sono da noi giovani laureati in medicina in situazioni di precarietà lavorativa o ancora in cerca di occupazione, va individuata nelle condizioni ed opportunità offerte al personale medico specialistico e non dalle due strutture ospedaliere. Al  Madonna delle Grazie di Matera come al Giovanni Paolo II di Policoro ci sono servizi e prestazioni di eccellenza che evidentemente non sono conosciuti e ci sino unità operative che richiedono da tempo ulteriori interventi specie in termini di potenziamento di attrezzature e di personale tecnico e paramedico. Gli specialisti hanno bisogno delle migliori condizioni di lavoro e di prospettive di carriera”.

Per Castelluccio “c’è, dunque, molto da ragionare intorno al piano di riorganizzazione dei sistemi sanitario ed ospedaliero regionali considerati troppo frettolosamente come la soluzione di tutti i mali della sanità lucana”.

20 marzo 2017
© Riproduzione riservata

Tratto da:http://www.quotidianosanita.it/basilicata/articolo.php?articolo_id=48932

LA CRESCITA DELL’ESTREMISMO DI CENTRO

La disuguaglianza italiana è caratterizzata dalla crescita di “ali” (ricchi e poveri) che si sentono svincolati da regole e aspettative e da un “centro” di opposizione radicale crescente. E sembra che la sfera politica non se ne stia accorgendo.

via La crescita dell’estremismo di centro — Hic Rhodus

Tratto da:https://ilsaltodirodi.com/2017/03/22/la-crescita-dellestremismo-di-centro/

Famiglie, oltre 1 milione senza lavoro: la metà sono con figli

Oltre un milione di famiglie nel 2016 non ha potuto contare su un reddito lavoro; di queste oltre la metà è con figli. Sommando le diverse tipologie risultano in cerca di occupazione 1.085.000 famiglie, di cui 448.000 sono coppie con figli e 222.000 monogenitore. I dati sono contenuti nelle tabelle dell’ultimo rapporto Istat sui dati familiari delle forze lavoro. Quasi un altro milione di vive invece con lo stipendio della donna, che lavora a tempo pieno o part time. In particolare le famiglie monoreddito ‘rosa’ che non hanno figli 339.000 a cui si sommano quelle con figli che sono 632.000 per un totale di 971.000 nuclei.

Il confronto annuale mostra che rispetto al 2015, quando le famiglie senza lavoro erano 1.092.000, si registra una leggera diminuzione (-0,5%). La ripartizione geografica mostra che il numero maggiore di famiglie senza reddito da lavoro nel 2016 si concentra al sud, con 587.000 nuclei. Al secondo posto il nord con 300.000 unità (a cui vanno sommate le 189.000 famiglie del nord-ovest e 111.000 del nord-est); mentre al centro si collocano le restanti 198.000 famiglie.

In totale le famiglie residenti in Italia sono 25.797.000 di cui 16.501.000 presenti nel mercato del lavoro. Di queste 13.909.000 hanno tutte le forze lavoro occupate. Le famiglie senza lavoro rappresentano il 4,2% del totale delle famiglie residenti, con punte che arrivano al 7,1% nel sud, e livelli minimi che vengono raggiunti al nord (2,4%).

La difficile situazione del mezzogiorno emerge in modo ancora più evidente quando si osserva la collocazione geografica delle famiglie senza lavoro con figli, e si scopre che oltre la metà si concentra nell’area. Delle 448.000 coppie con prole ben 296.000 sono residenti al sud, a cui si aggiungono i 113.000 nuclei con un solo genitore, su un dato nazionale di 222.000 unità. Su un totale di 670.000 famiglie con figli, quindi, ben 409.000 vivono al mezzogiorno (cioè il 61%).

Tratto da:http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2017/03/21/famiglie-oltre-mln-senza-lavoro-meta-sono-con-figli_0mGqvlvpRo5Tm7OIHLfMBI.html

Pd, in bilico i destini dei due sindaci di Potenza e Matera

 

de_luca_fest.jpg
21 Mar 2017

Scritto da Mara Risola

POTENZA – Il Pd contrario al dissesto disegna il perimetro del nuovo centro sinistra al Comune di Potenza e chiede al sindaco l’azzeramento con il passato. Il segretario lo definisce uno “stop and go”, il capogruppo una nuova pagina per la città, all’indomani della fuoriuscita dell’area Speranza dal Pd.

In fin dei conti un rinnovato, per nulla nuovo, volto per una maggioranza anch’essa rinnovata a sostegno dell’esecutivo potentino. Un’ennesima nuova fase per la vita amministrativa della città capoluogo che possa nascere a partire dall’apertura della crisi politica e istituzionale con annesso azzeramento della giunta. Il tutto resosi necessario all’indomani della “fuoriuscita più che scissione “- dice Carretta – di alcuni componenti dal Pd.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

Tratto da:http://www.nuovadelsud.it/primo-piano/primo-piano-news/politica/11413-pd,-in-bilico-i-destini-dei-due-sindaci-di-potenza-e-matera.html

 

21 marzo – Raffaele Cantone

“Mi pongo una domanda, anche se non sono in grado di dare una risposta: una legalizzazione di una droga controllata, anche nelle modalità di vendita, non potrebbe avere effetti migliori rispetto allo spaccio che avviene alla luce del giorno nella totale e assoluta impunità e che riguarda amplissime fasce della popolazione giovane?” Raffaele Cantone Il […]

via 21 marzo – Raffaele Cantone — Parole Loro

Tratto da:https://paroleloro.com/2017/03/21/raffaele-cantone-legalizzazione-droghe-leggere/