PIANIFICAZIONE E ARRAMPICATORI SOCIALI E PARADOSSI.

arrampicatore_bassa.jpg
Immagine tratta da Web by Salvatore Loviso

Tratto da :Onda Lucana by Salvatore Loviso

Sospesi tra il “NON più e il NON ancora” in un indefinibile “ TERRA di MEZZO”

Mi ritornano in mente immagine e parole. Di gente che hanno costruito carriera e posizione. E qui si aprono questioni etiche, sociali, politiche (ed economiche) . Il denaro ha reso ancora più feroce oggi nel discriminare, e poiché la vita ha un costo chi non ha i mezzi è due volte discriminato, uno per quando cerca lavoro e uno per eventuali bisogni o malattie. La vita ha un prezzo e il denaro è il mezzo per assicurarsela. Abbiamo dunque un paradosso, c’è un parte che ricorrendo a favori e raccomandazioni vive senza sudare e quindi con maggiori qualità e aspettative di vita. Gli esiti sociali e politici sono sotto gli occhi di tutti.
Io e Dio, permeato di prepotenza del potere e la cecità della gente <<Per bene>>, comprese le autorità ecclesiastiche.
Gente che vive nel delirio di onnipotenza di non morire e magari di non ammalarsi e se si ammala ha i soldi per curarsi. Chi sono quelli che possiamo definire umani?
Pianificazione significa: banalizzare, relativizzare, normalizzare e negare la realtà.
Magari modello P2?
Se questi sono uomini?

Il RAGIONIERE E PIANIFICAZIONE

Eichemann costruì la sua carriera e posizione pianificando la soluzione finale, era bello alto, ariano, donnaiolo. E per colmare l’irridente la saponetta come esercizio imbonitore, e la vivisezione.Affascinato dalla conoscenza del nemico, Eichmann intuì che una reale possibilità di fare carriera all’interno delle SS fosse proprio quella di presentarsi come esperto di ebraismo.
Nonostante si presenti per sua esplicita dichiarazione, come un “grigio burocrate che eseguiva solamente gli ordini dei gerarchi importanti” (come Himmler o Heydrich, o lo stesso Hitler) – e così è descritto anche da Hannah Arendt – era in realtà un fervente antisemita.[4]
Secondo la scrittrice Bettina Stangneth , Eichmann non era affatto un mero e fanatico esecutore, ma un uomo spietato.
Qui la soluzione finale possono essere indurti a disagi esistenziali, e se poi scoppi in un dissenso un TSO non si nega a nessuno- pianificazione sociale modello P2.
E nonostante si presentino come banali, sono degli spietati arrampicator.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Come mai persone normali si comportano in modo perverso

pinocchio-narciso-100x100
Immagine tratta da Web

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Bisogna non solo esprimere un’indignazione, ma sforzarsi di comprendere con la nostra ragione l’origine del fenomeno. Di una pratica nichilista.
Quando compiono un’azione si prefiggono uno scopo politico.
All’immaginario di arrampicate sociali , ma anche ad elaborare una nuova identità in sintonia con lo Stato.

Ci invita a considerare due fenomeni: da un lato lo sradicamento culturale dovuto all’incapacità di fare i conti con la tradizione di appartenenza; da un altro lato l’incapacità della nostra società di offrire dei valori morali di riferimento in grado di riempire questo vuoto culturale.
Quale è allora la soluzione? Un buon rapporto con le nostre tradizioni (valori immateriali) può aiutare i giovani a non cadere nel fascino del nichilismo.

Se pensassimo che agiscono solo di riflesso, come effetto dei condizionamenti, toglieremmo loro la principale peculiarità degli esseri umani, che hanno sempre la possibilità di scegliere.
Per questo il ruolo fondamentale che devono avere gli intellettuali o persone di prestigio sociale.

Si tratta di affrontare la complessità del fenomeno, non con una ricetta pronta, ma sviluppando il più alto confronto di idee. Solo l’inizio la forza del dialogo, del confronto e del pluralismo. Se si frequentano solo quelli che la pensano esattamente come me, sarebbe stata una vita teleguidata.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

I social network come una piazza

online-social-networking
Immagine di repertorio Web.

Tratto da :Onda Lucana by Salvatore Loviso

Una piazza dove tutto può accadere, ma dove dovrebbero valere le stesse regole di convivenza civile e di rispetto degli altri che si dovrebbero applicare tutti i giorni.
Quindi io sono d’accordo sulla punizione delle “notizie Fak “ma da applicare anche alla politica, di troppe persone che sulle pseudo verità hanno costruito carriera e posizione. I più grandi crimini del mondo non sono commessi da chi infrange le regole, ma da persone che ossequiosi ai perbenismi dominanti le seguono.
In realtà questo può incrinare la struttura elitaria e i privilegi.
Repressione significa intimidire = POTERE.
Creare un mondo perfetto prive di notizie false, dove solo LORO hanno autorità. Ciò che non possono ottenere con le leggi la ottengono con la menzogna.
Quindi bisogna fare una sana autocritica, moderando i toni nelle piazza non solo virtuali, ma anche e soprattutto di chi fa dei negazionismi e normalizzazioni una merce di scambio.
Potenti e politici chi di menzogna ferisce …….
Le pseudo verità non possono essere una vostra esclusiva!!!

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

I sogni in una stanza

i-sogni-possono-diventare-realta

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Dove passano tanti giorni a soffocare i propri talenti, a contemplare muri di una stanza che proiettano ambizioni. Come nel mito della caverna. Una volta bastava sentire un rumore per scendere in strada a giocare o litigare, ora tutto tace in questo paese fantasma.
Qui si sono perse le sfumature, troppo facile dire bianco è nero, giusto è sbagliato.
Anni passati, parte vinte o perse e molta gente che ha de localizzato o emigrato che non ho più rivisto.
Uomini come persi nel vento di bisogni materiali, per costruire e consolidare posizione sociale. O magari persi nel vento di aspettative o illusioni. Magari facendo finta di non vedere, abbassando gli occhi per non sfidare POTERE. E quante case chiuse, di troppa gente già morta?
Di troppe scuse e nega Pietro. San Pietro negò e si salvò, negò per tre volte. Ma poi si è assunto la responsabilità di una nuova fede, pagando fino al martirio. E non di facili scuse e tradimenti ad oltranza. Ma si sa non si vive di aria e di sogni, e il materialismo costa è dispendioso, per costruire e consolidare futuro costa è dispendioso. Speculare sulle sofferenza è il modo migliore , le sofferenze generano potere. E il potere si evince in comode sistemazioni.
“Blowin’ in the Wind” ( vola via nel vento). Bob Dylan ha vinto il premio Nobel.
A Calvello molti sarebbero candidati al premio IGN/obile per alto tradimento ai valori Etici, e per distruzione e vilipendio ai valori immateriali. Avete scommesso sul fallimento del paese e avete capitalizzato: AVETE VINTO.
Risultato finale: PAESE FANTASMA
Purtroppo per voi non si può denunciare per divergenza di opinione.
Ma il vento di aspettative e illusioni porta tutto altrove. De localizzazione non solo le fabbriche ma anche le vostre posizioni. Qui mancano due cose fondamentali ETICA del LAVORO ed Etica sociale.

Tratto da :Onda Lucana by Salvatore Loviso

Qui c’è un analfabetismo funzionale ad un sistema controllo e dominio.

 

analfabetismo.gif
Immagine tratta da Web.

 

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Qui c’è un analfabetismo funzionale ad un sistema controllo e dominio.
Il motivo è uno solo. Qui non conta l’istruzione, basta una “SANA” raccomandazione.
Sistemazione e rendite di posizione. Capacita’o miracolo divino?
Chi assorbe tutto questo?
Il debito pubblico.
1°) La Germania 71% del Pil, Italia 135%. Il 65% in più e dovuto essenzialmente a questi Tituli fuori meriti e fuori luogo.
2°) La Germania investe sul futuro, ricerca e sviluppo il 2.9% , Italia l’1,3% su una media Europea del 2%.
3°) La Germania riqualifica chi è disoccupato fa welfare ad personam agli innumerevoli accattoni,
Hanno distrutto le speranze per il futuro.
Accattoni che agiscono come agenti della STASI, mettendo a nudo le persone, ripiegando in dimensioni familistiche e corporative salvaguardando i propri interessi, delegittimando gli altri e tutto il sistema.
Signori accattoni di Stato la guerra e tasse e balzelli l’hanno fatta tutti non solo voi!!!
Questo non è un paese per i giornalisti, giornalisti, ma per i giornalisti impiegati.
Quella neve poteva fare pulizia, ma anche la pioggia a Calvello diventa subito fango.
In un paese dove conta solo pulizia e decoro, gli stessi parametri degli ospedali, degli ospizi o peggio ancora dei cimiteri.
Etica-estetica tutto il resto è noia, noia, noia.
Hanno scommesso sul fallimento della società ma loro hanno vinto
Mons, Orfino :in Basilicata un potere asfissiante, le royalties usate “ per sanare i debiti delle istituzioni”. Ma da dove nascono questi debiti? Da un surplus di analfabeti funzionali, improduttivi,. È la somma che fa il totale.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il “LAVORO RENDE LIBERI”!!!

il-cancello-d-ingresso
Immagine repertorio Web.

Tratto da :Onda Lucana by Salvatore Loviso

Il lavoro e le posizioni sociali rendono liberi di fregarsene del prossimo.
Per quanto questa terra sia sempre più desolata nascono ancora frutti. Non cetro da Calvello , terre sconsolate, incolte. Ti guardi intorno e si vedono solo rifiuti, noi tra questi.
La vita è condivisione del quotidiano con pregi e difetti. Qui sembra di essere tutti in fuga dalla realtà, con proiezioni di perfezione. Senza nessun coraggio delle proprie convinzioni, ma solo di convenzioni. Non sanno né scrivere, né combattere. Ma tramare, tramare, insinuare ed etichettare.
Qui a Calvello non vedo nessun Massimiliiano Kolbe prete che si sacrificò per prendere il posto di una latro, nessun Brechth intellettuale che preferì l’esilio, nessuna Marlene Dietrich che preferì letica sociale a quella della famiglia e della nazione. Ma molte potenziali ilse Koch figlia di contadini ma con un’immenso desiderio di rivalsa, trasformatasi in aguzzina
Non vedo nessun fedele pronto a sacrificarsi per non rinnegare la proria fede. Ma molti troppi potenziali Himmler, e di intellettuali ed artissti a fare da parate da regime. Che con il loro “altruismo ”, e il loro perbenismo sembra che diano la saponetta del purificatore , prima di gasare. 
Credere a questi altruismi significa mettersi nelle mani di futuri aguzzini, la storia insegna. Qui mancano due cose fondamentali l’etica del lavoro, l’etica sociale. Tutto il resto sono apparenza. Come i piccoli eroi di piccoli gesti del quotidiano. Qui conta la posizione, e per farla esige delazioni e collaborazione.
Su questa terra dove viviamo ma che non produce nulla , ma solo rifiuti.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso

Rischio sismico

 

ugltlc.jpg
Immagine tratta da repertorio Web by Salvatore Loviso.

 

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso
Rischio sismico, Calvello a che posto è?
Qual è il coefficiente per ogni località del paese e precisamente in via vallone n° 8
Per molti complice la delocalizzazione del paese rispetto al suo originario, vivono <<tranquilli>>.
Domanda: quali sono le priorità in caso come in Abruzzo di neve e terremoto?
Le priorità. Sindaco, Prete, amministratori e opinion leader locali?
Siccome la scarsa manutenzione, rientra nei reati, quale sarebbe la situazione. In Abruzzo al di là delle facili parate di occasione, di un altruismo“CORROTTO”, da convenienze ed inefficienze. Di chi nel passato e nel presente ha capitalizzato le vite su welfare, e su stipendi che hanno trovato sinecure in facili stipendi. Ma in base all’art. 53 ognuno è tenuto a concorrere alla spesa pubblicità in base a capacità. Nobili pensieri, da levarsi il cappello, come all’incontro di gran signori, nel nostro quotidiano. Ma ci sono evidenti nessi di queste iniziative con l’attivismo assistiti da strutture e sistema per assicurarsi una protezione non certo piccola per capitalizzare. Per loro che vivono come in dimore immortali, anche se la vita si sgretola, con dissonanze. Credono davvero alle loro dimore “immortali”?
Una mutilazione, una violenza, verso persone sole, reiette dell’esistenza invisibile, confinata ai margini. Esposti a minacce alla propria integrità morale, socio.economica-esistenziale, costretti a sottostare a strutture asettiche in cui l’unico scopo è farti perdere l’individualità.
Per soddisfare le LORO ambizioni personali le vite degli altri usate come compensazione e discariche.
Dio, Patria , famiglia ma senza valori come ( spiritualità, fratellanza assistenza reciproca),
questa violenza che si palesa in continuazione, in cittadini apparentemente insoddisfatti di come vanno le cose, costituisce una rottura tra stato sociale e Status simbol e al riconoscersi in case, macchine e stili di vita di coloro che guidano il paese. Questi atteggiamenti è d i fatto un invito a nepotismi che trova l’espressione massima nel dispotismo feudale se non peggio ancora, nazi- fascismo comunismo o roba varia. C’è un dispotismo nostrano, molto solidale ideologicamente. Il virus dell’inimicizia infetta sempre di più. I riflessi toccano il quotidiano. Nel contempo senza Etica sociale e del Lavoro, si moltiplica la presunzione di chi sente maestro. Persino chi non ha mai sudato pretende di dare lezione con un linguaggio esasperato.

Tratto da:Onda Lucana by Salvatore Loviso